"Trussardi dal 1911" -part I


"Una grande opportunità per celebrare i 100 anni della maison, a very special moment, effetto a sorpresa dello show, and a strong special collection..."

Così definisce in un'intervista, Milan Vukmirovic la spettacolare sfilata di cui è Direttore Creativo. Una Maison che conta i cent'anni di savoir faire cogliendo l'occasione della 79esima edizione di Pitti immagine uomo per sfilare con la sorprendente collezione Trussardi dal 1911 presso la stazione Leopolda di Firenze.
Grazie al sito Vogue.it è stato possibile per me e tantissimi altri amanti della moda(non solo femminile) collegarsi e gustare in diretta lo spettacolo con effetto a sorpresa sul finale. E che sorpresa!


Un elegantissimo levriero affiancato dall'ultimo capo visto sfilare in passerella, simbolo dell'eleganza della leggerezza, della agilità e velocità verso il futuro.
Notabile innanzitutto la cura per il dettaglio e la magistrale sartorialità nei tessuti, in particolare la predominante pelle, protagonista indiscussa della sfilata in cui si gioca tra accostamenti di colore bianco-nero-grigio, ma non manca pure un tocco di marrone. Tagli semplici, lineari  marcano uno stile minimale di gran classe. Maxi cappe con cappucci, giacche e trench che sfiorano le ginocchia, camicie bianche spezzate rigorosamente da morbidi pantalon in pelle nera. A metà show si toccano persino colori army e grigi melange, per poi passare a look più casual in cui fa capolino la sneacker ma costantemente in puro stile Trussardi.
Cominciata nel 2008 con la capsule collection, la linea Trussardi dal 1911 non smentisce la sua ragion d'essere e trasuda qualità da ogni singolo capo.
Personalemte ho gradito particolarmente questa runway proprio perchè, pur essendo un'amante dei colori e accostamenti insoliti, questa collezione riesce a farsi ammirare per la scelta dei materiali, per l'invitante  morbidità quasi percepibile ad un solo primo sguardo, con accostamenti dal gusto classico impeccabile ma sincero!!
Ma non finisce qui...

Sabrina T.

Sabrina T.

Italian fashion and design lover, globe trotter and web editor full time. Leave me your feedback and keep in touch!

1 commento:

  1. ti devo dir la vertià, non mi ha fatto impazzire. Gli unici pezzi che mi sono davvero piaciuti sono stati quelli finali e quel tocco militare dato alla collezione con un solo completo. Non so: giacche troppo grandi che abbassavano i modelli facendoli sembrare goffi e caduti dentro. A me hanno ricordato un pò i sacchi del pattume e un pò le SS tedesche, ma d'altronde l'originalità è anche questo.
    In ogni caso è pure sempre trussardi,quindi per gli altri forse qualcosa di bello l'avrà questa collezione

    RispondiElimina

Instagram